indice
                                                                  
                                                FILOSOFIA PERENNE


                                                                    


O Sofia aeterna per essere più precisi, o Tradizione primordiale, Metafisica integrale, Scienza sacra, ecc., come descritta da Guenon e da chi ha subito la sua influenza, nucleo di tutte le religioni e dottrine tradizionali dell'oriente e dell'occidente (es. Plotino), il cui contenuto coincide con il Misticismo speculativo (es. Eckart) e con l'Esoterismo dei gruppi iniziatici, verità che non può essere conosciuta senza essere realizzata e praticata, non originale nè personale come le filosofie razionaliste, non dogmatica nè chiusa come le fedi religiose





Contributi:


- La metafisica tronca. Schopenhauer tra gnosticismo e buddismo
- Con le radici in alto e i rami in basso, tale è il perenne Asvattha (=ficus religiosa). Davvero ciò è luce, ciò è il Brahman; davvero ciò è detto immortale. Su di esso si fondano tutti i mondi e nulla lo trascende. Invero esso è Quello
(Katha Upanisad, II, 3, 1)

- E' questa la forma di anima che abita, diciamo, nella parte superiore del corpo, e che ci solleva al di sopra della terra per la sua affinità con il cielo; noi infatti siamo piante non terrestri ma celesti. E quanto diciamo è corretto. Perchè da quel luogo, da cui fu la prima origine dell'anima, il Dio tiene sospesa la nostra testa, ovvero la nostra radice, e così mantiene eretto tutto il corpo
(Platone, Timeo, 90)

- Molti dei primi saranno ultimi, e gli ultimi saranno primi
(Vangelo di Marco, 10;31)

- Nasciamo e viviamo controsenso; perchè nasciamo e viviamo nel peccato, che è un rovesciamento della gerarchia. La prima operazione è il rovesciamto, la conversione
(Simone Weil)